Porta a porta, abbandono dei rifiuti, atti vandalici e fumi tossici: Puliamo Terlizzi chiede il potenziamento dell’Ufficio Ambiente

Abbandono incontrollato di rifiuti in contrada "Pozzo rosso"

Abbandono incontrollato di rifiuti in contrada “Pozzo rosso”

Lo scorso 7 aprile Puliamo Terlizzi ha depositato presso il nostro Comune una richiesta di potenziamento dell’attuale Ufficio Ambiente. L’Associazione intende ribadire l’urgenza che caratterizza la questione ambientale nel nostro paese.

Primi fra tutti gli episodi frequenti di inquinamento ambientale, causato da fumi tossici di ignara provenienza,
probabilmente derivanti dalla combustione di rifiuti.
Non è un mistero l’odore che aleggia nel paese, specie nelle ore serali, eppure non si è ancora riusciti a capirne origine e causa. Non è il caso di abituarci a questo status quo, con il rischio di pagare conseguenze per la salute dei cittadini, ben più gravi di un semplice fetore.

Inoltre in questo momento di forte sperimentazione della raccolta differenziata porta a porta, i cittadini avrebbero bisogno di uno Sportello Ambiente – a loro vicino – dedicato all’informazione e alla consulenza sulla modalità della raccolta e sulla distribuzione dei relativi kit e sacchetti. Necessario risulta quindi monitorare che la raccolta PaP venga correttamente effettuata, e sanzionare chi continua a trasgredire, danneggiando l’intera comunità terlizzese, non solo economicamente.

Nella “questione ambientale” rientrano anche l’abusivismo edilizio e territoriale, i furti e gli atti vandalici a danno del patrimonio comunale, per i quali si dovrebbero prevedere delle opportune sanzioni. L’Ufficio Ambiente dovrebbe essere un organo con una visione puntuale e organica su tutte le sfaccettature della tutela ambientale e paesaggistica.

I volontari legati in vari modi alla questione ambientale potrebbero essere importanti per le funzioni di informazione e sensibilizzazione, ma occorre dotare gli appositi organi di controllo delle giusti funzioni e competenze per lottare contro l’abuso a danno della nostra terra.

Perché aspettare che vengano commessi crimini ambientali ben più gravi prima di intervenire? Siamo tutti consapevoli che la plastica gettata nell’organico, la cementificazione incontrollata di aree verdi, le offese al nostro centro storico, la combustione di materiale tossico rappresentano graduali e irreversibili danni al luogo in cui abitiamo e in cui vorremmo che abitassero i nostri figli.

La risposta alla richiesta di potenziamento “ufficio ambiente”

AGGIORNAMENTO: in data 8 aprile con nota prot.9898 il consigliere delegato all’Ambiente, Gioacchino Allegretti, risponde all’istanza affermando che il predetto Ufficio è già istituito e potenziato. La nostra associazione replica chiedendo chiarimenti circa l’ubicazione, gli orari e i servizi offerti ai cittadini da parte dell’Ufficio Ambiente e se intende integrare i compiti suggeriti da Puliamo Terlizzi.

Lettera di richiesta in versione integrale - potenziamento ufficio ambiente

Lettera di richiesta in versione integral

Lettera di risposta del consigliere delegato all'Ambiente, Gioacchino Allegretti - potenziamento ufficio ambiente

Lettera di risposta del consigliere delegato all’Ambiente, Gioacchino Allegretti

Rispondi