Foto-denuncia: Via Mariotto sommersa da rifiuti, erbacce e massi lungo le banchine

foto10Portiamo all’attenzione pubblica, per la terza volta in meno di un anno, la condizione di forte degrado di Via Mariotto, particolarmente nel tratto che va dall’ingresso dell’Istituto Agrario de Gemmis sino all’intersezione con l’Appia-Traiana, sulla provinciale 108. A due passi dall’isola ecologica, dagli uffici comunali e dal nuovo mercato dei fiori.

Dalla segnaletica verticale presente lungo la strada si evince che la competenza del Comune, invitato più volte a riportare il decoro in uno degli ingressi più importanti della Città, arriva sino all’intersezione con Via Italo Balbo (strada che conduce al Nuovo Mercato dei Fiori).

Un autentico tappeto di rifiuti lungo i bordi della strada, erbacce e persino massi staccatisi dai muretti a secco adiacenti. Un colpo d’occhio desolante per chi entra a Terlizzi da Via Mariotto. Situazione simile anche lungo le provinciali per Ruvo e per Molfetta.

L’associazione, che ha scritto già due volte al Comando della Polizia Municipale, chiede alle autorità di effettuare quanto prima la pulizia delle banchine e intimare i proprietari dei fondi e dei relativi muretti a secco alla sistemazione degli stessi onde evitare pericolo per la circolazione stradale.

Tra l’altro, l’ordinanza sindacale n.9 del 30-05-2015 avente ad oggetto la prevenzione del rischio incendi ordina che: “E’ fatto obbligo ai proprietari dei terreni di realizzare ovvero ripristinare, lungo i confini delle proprietà e a ridosso delle strade comunali, per quanto di rispettiva competenza, muretti a secco di recinzione, allo scopo di non consentire pregiudizievoli immissioni che possano determinare rischi di incendio ovvero agevolare la propagazione di incendi in atto e l’abbandono dei rifiuti e provvedere alla pulizia di tali muretti.”

, , ,

Rispondi